Pleasure, la recensione del film su MUBI

Ninja Thyberg firma Pleasure, un’opera che mette in chiaro tutti i retroscena del mondo del porno. Distribuito su MUBI.

Continua a leggere

Memoria, la recensione: verso un’assoluta meditazione

Con Memoria il regista thailandese Apichatpong Weerasethakul ci guida contro le convenzioni in cerca della meditazione più assoluta.

Continua a leggere

Storia di mia moglie, la recensione: il troppo poco che stroppia

Storia di mia moglie, recensione dell’ultimo film dell’Enyedi, presentato in concorso alla 74a edizione del Festival di Cannes.

Continua a leggere

The Tragedy of Macbeth, recensione del film su Apple TV+

The Tragedy of Macbeth è un film cupo e violento, un’opera non all’altezza di alcuni suoi predecessori ma comunque estremamente valida.

Continua a leggere

Being the Ricardos, la recensione del nuovo film di Aaron Sorkin su Prime Video

Being the Ricardos, la recensione del terzo film di Aaron Sorkin che vede protagonisti Nicole Kidman e Javier Bardem. Su Prime Video.

Continua a leggere

Hawkeye, la recensione della serie su Disney+

La recensione di Hawkeye, l’ultima serie Marvel con Jeremy Renner e Hailee Steinfeld disponibile su Disney+.

Continua a leggere

Wrath of Man, la recensione del nuovo film di Guy Ritchie su Prime Video

Wrath of Man, recensione del nuovo film scritto e diretto da Guy Ritchie, con Jason Statham. Disponibile su Prime video.

Continua a leggere

Suggestioni dal 2021: alcune serie TV per la redazione di DassCinemag

Anche per il 2021 la redazione del DassCinemag redige una lista (e non classifica) delle serie TV che più hanno affascinato i nostri collaboratori.

Continua a leggere

Suggestioni dal 2021: alcuni film per la redazione di DassCinemag

Anche per il 2021 la redazione del DassCinemag redige una lista (e non classifica) dei film che più hanno affascinato i nostri collaboratori.

Continua a leggere

7 donne e un mistero, la recensione: una commedia natalizia con tinte noir

7 donne e un mistero, diretto da Alessandro Genovesi, non si dimostra completamente capace di coinvolgere e divertire il pubblico.

Continua a leggere