The Peanut Butter Falcon di Tyler Niloson e Michael Schwartz

“Un’avventura alla Mark Twain” tra le paludose distese del North Carolina a suon di banjo, così prende vita The Peanut Butter Falcon (qui il trailer), una storia di amicizia e sogni da realizzare, ideata dalla cooperazione tra Tyler Nilson e Michael Schwartz al loro primo lungometraggio.

Zak è un ragazzo con la sindrome di down ed il sogno di diventare un wrestler professionista come il suo eroe. Scappa dalla casa di riposo dov’era mantenuto e si imbatte nello scontroso Tyler (Shia LaBeouf) in fuga dalle sue malefatte e dal suo passato. I due diventano amici per la pelle durante il selvaggio cammino verso le speranze del protagonista. A loro si unisce Eleanor (Dakota Johnson), l’attraente tutrice di Zak, in un’avventura che rivelerà le reciproche affinità. 

I due registi ci regalano un film tremendamente positivo, che si snoda tra ostacoli sormontabili, ironia e valori umani, venendo cucito su misura sul personaggio (e sulla persona) di Zak, interpretato da Zack Gottsagen che fa il suo esordio sul grande schermo. Zak è affetto dalla sindrome di down, ma ciò non gli impedisce di fare tutto quello che fanno i suoi compagni di viaggio. È questo il punto cardine dal quale ogni personaggio è in grado di migliorarsi e agire di cuore.

Quest’impostazione della storia, in The Peanut Butter Falcon, conduce ad una pellicola che trasuda bontà e buon umore, seppur si tenti di sporcarne gli eventi tramite l’immersione in un immaginario selvaggio nella terra di Tom Sawyer. Qui i protagonisti si fondono con il paesaggio e si fanno palude nello stretto contatto con la natura impantanata che li circonda. Quindi, l’ambientazione del film, curata da una fotografia a tinte verdi crocodile, assieme ad una colonna sonora musicale folk rock, country, caratterizza il particolare visivo di un’America del sud senza tempo, rendendolo immersivo agli occhi dello spettatore.

the peanut butter falcon

L’indole tenera con cui è stato scritto The Penut Butter Falcon si riversa nella composizione di un universo fittizio, il quale appare filtrato dagli occhi di Zak. A scapito di ciò emerge poco realismo nella caratterizzazione di personaggi semplici, resi meglio nel caso del burbero ma buon Tyler di Shia LaBeouf, o peggio nel caso di una Dakota Johnson impalpabile. In ogni caso, il cast rinomato, corredato tra gli altri da John Hawks e Bruce Dern, alimenta la caratura del film che acquisisce spessore qualitativo.

The Peanut Butter Falcon è una storia sincera, nata per emozionare dai produttori di Little Miss Sunshine, con cui condivide parte della meravigliosa leggerezza. Il film sarà al cinema non appena le sale riapriranno.

https://i2.wp.com/www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2020/03/imgpano-5dcea9c477443.png?fit=1024%2C573&ssl=1https://i2.wp.com/www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2020/03/imgpano-5dcea9c477443.png?resize=150%2C150&ssl=1Luca QuattrocchiRecensioniRecensioni di FilmBruce Dern,Dakota Johnson,John Hawks,officineUBU,Shia LaBeouf,The Peanut Butter Falcon“Un’avventura alla Mark Twain” tra le paludose distese del North Carolina a suon di banjo, così prende vita The Peanut Butter Falcon (qui il trailer), una storia di amicizia e sogni da realizzare, ideata dalla cooperazione tra Tyler Nilson e Michael Schwartz al loro primo lungometraggio.Zak è un ragazzo...Università degli studi di Roma La Sapienza