Spaccaossa, la recensione: un baratto tra dolore e denaro

Con Spaccaossa Vincenzo Pirrotta mette in scena un’umanità ammantata di miseria, tra vittime e carnefici in uno scambio di dolore per denaro.

Continua a leggere

Glass Onion – Knives Out, la recensione del film: fallo ancora, Mr. Blanc!

Glass Onion – Knives Out, recensione del nuovo film giallo di Rian Johnson con protagonista il detective interpretato da Daniel Craig.

Continua a leggere

Il prodigio, la recensione del nuovo film targato Netflix

La recensione del nuovo film prodotto da Netflix, Il prodigio, diretto da Sebastian Lelio con protagonista Florence Pugh

Continua a leggere

Diabolik – Ginko all’attacco!, la recensione: il Re del Terrore torna al cinema

Con Diabolik – Ginko all’attacco i Manetti Bros. ci riportano a Clerville per assistere all’ennesimo colpo della famosa coppia di ladri.

Continua a leggere

Belle e Sebastien: Next Generation, la recensione: la semplicità che scalda il cuore

Belle e Sebastien: Next Generation non è un film che brilla per originalità, ma resta in grado di regalare bei momenti durante la visione.

Continua a leggere

Incroci sentimentali, la recensione: il cinema d’autore sul tema dell’infedeltà

Incroci sentimentali, la recensione dell’ultimo lungometraggio di Claire Denis vincitore dell’Orso d’argento al Festival di Berlino.

Continua a leggere

Il piacere è tutto mio, la recensione: una commedia sex positive

Il piacere è tutto mio vede la brillante Emma Thompson nei panni di una donna di mezza età che riscopre la propria sessualità.

Continua a leggere

Black Panther: Wakanda Forever, la recensione: l’eredità del re

Black Panther: Wakanda Forever, recensione del film più drammatico dell’MCU, con al centro il tema della perdita dell’eroe.

Continua a leggere

My Policeman, la recensione del film su Amazon Prime

My Policeman, recensione del film distribuito in Italia da Amazon Prime, diretto da Michael Grandage e adattato dal romanzo di Bethan Roberts

Continua a leggere

Boiling Point, la recensione: l’inaspettata virtù del montaggio

Boiling Point, dramma culinario girato in un unico piano sequenza, ci trasporta nel dietro le quinte di un ristorante londinese.

Continua a leggere