Timida ma sicura di sé, sorridente e decisa, Alice Rohrwacher, partecipa alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro nella rassegna degli Esordi italiani Anni Dieci (2010-2015), con la sua prima opera Corpo celeste (2011) un film che parla di fede e di una possibile riformulazione del catechismo che da tempo non rifletteva su se stesso. Il film è stato proiettato in pellicola, nella sua copia originale in 35 mm: sarà la prima volta che io vedrò il tempo che è passato sul mio film..sarà invecchiato… 

Pesaro Film Festival: intervista ad Alice Rohrwacher – DassCinemag Video
Realizzata da: Silvia Di Gregorio, Amedeo Nicodemo, Andrea Pelliccia e Roberta Tocci.


La bellezza della pellicola è proprio questa, il fatto di non sapere esattamente come sarà la proiezione del film, cosa potrebbe essere cambiato nel corso del tempo, cosa aspettarsi. L’idea iniziale della regista era quella di girare un documentario sulla vita di parrocchia nel sud Italia, ma poi ha optato per una messa in scena vera e propria perché come ci ha raccontato nell’intervista ho capito che la finzione mi avrebbe permesso di essere più vera, parlando di argomenti sacri, la realtà presupponeva una finzione. Il consiglio che ci ha dato è di riflettere prima di tutto sul nostro essere spettatori, partire da qualcosa che ci piace per comunicare al meglio il nostro pensiero nel film. Noi siamo pubblico. E da qui dobbiamo iniziare.

http://www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2015/06/Corpo-celeste-gall2-1024x683.jpghttp://www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2015/06/Corpo-celeste-gall2-150x150.jpgRoberta TocciFestival ed EventiIntervistePesaro Film FestivalAlice Rohrwacher,Corpo Celeste,dass cinema consiglia,dass cinema intervista,PesaroFF51,PesarofilmfestTimida ma sicura di sé, sorridente e decisa, Alice Rohrwacher, partecipa alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro nella rassegna degli Esordi italiani Anni Dieci (2010-2015), con la sua prima opera Corpo celeste (2011) un film che parla di fede e di una possibile riformulazione del catechismo che da tempo non...Università degli studi di Roma La Sapienza