zootropolis

Uno dei recenti classici Disney degni di nota è sicuramente Zootropolis (qui il trailer) , film che vede come protagonista la coniglietta Judy, un’aspirante poliziotta, che si trasferisce in una grande metropoli cercando di riscattarsi e di dare una svolta alla sua vita. A Zootropolis ognuno può essere ciò che vuole, infatti nella città troviamo animali di diverse specie che convivono pacificamente tra loro; ma anche nella più fantastica e tranquilla delle realtà, le insidie sono sempre dietro l’angolo e la nostra Judy se ne accorgerà presto.

Molto spesso la Disney ha usato gli animali come figure allegoriche degli esseri umani; frequentemente se ne è servita per parlare di aspetti decisamente vicini alla nostra società e lo schema si ripete anche in questo film. L’intreccio della trama risulta però essere più elaborato e rifinito rispetto a quanto avvenuto in passato. La storia che difatti vede protagonisti Judy e il suo partner di lavoro, la volpe Nik, è molto vicina a generi difficilmente accostabili a film d’animazione disneyani: il poliziesco ed il noir.

zootropolis

Per moltissimi bambini, Zootropolis può probabilmente rappresentare il loro primo film giallo: ci sono numerosi rimandi a pellicole cult del medesimo filone cinematografico e la storia sembra volutamente costruita per introdurre il giovane pubblico ad apprezzare tale genere. Il film cita e ricalca molto lo stile dei buddy movies in voga negli anni ’80: il rapporto di complicità che si instaura tra Judy e Nik sembra richiamare situazioni e circostanze ascrivibili a pellicole di questo sottogenere. Come ogni buona coppia di poliziotti, i due matureranno una graduale conoscenza l’uno dell’altro e sapranno venirsi incontro ed aiutarsi nel momento del bisogno, facendo sapientemente uso dei loro rispettivi punti di forza.

L’aspetto tecnico del film è di grande levatura. Le ambientazioni e i luoghi godono di un’ottima realizzazione e di un sapiente utilizzo dei colori. Il ritmo del film è vivace e fa dell’azione uno dei suoi perni principali. Proprio quando l’intensità del racconto sembra rallentare, ecco spuntare un momento pronto a far ripartire a tutta velocità gli eventi della storia.

La Disney ancora una volta colpisce nel segno e ci regala un film in grado di garantire un ottimo livello d’intrattenimento, fornendo diversi livelli di lettura e spunti di riflessione. Zootropolis si rivela così un racconto capace di soddisfare e conquistare tutti i tipi di pubblico, dai più grandi ai più piccoli, rendendo gli spettatori partecipi di una divertentissima avventura ricca di colpi di scena e assolutamente da non perdere.

https://i2.wp.com/www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2020/04/zootropolis.jpg?fit=1024%2C576https://i2.wp.com/www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2020/04/zootropolis.jpg?resize=150%2C150Lorenzo SilvestriRecensioniRetrospettiveclassici disney,disney,zootropolisUno dei recenti classici Disney degni di nota è sicuramente Zootropolis (qui il trailer) , film che vede come protagonista la coniglietta Judy, un'aspirante poliziotta, che si trasferisce in una grande metropoli cercando di riscattarsi e di dare una svolta alla sua vita. A Zootropolis ognuno può essere ciò...Università degli studi di Roma La Sapienza