In occasione del quarantesimo anniversario della morte del regista, poeta e scrittore Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922/Ostia, 2 novembre 1975) abbiamo intervistato alcuni giovani tra i quartieri della Capitale. Roma infatti è stata fondamentale per la vita di Pasolini, che trasferitosi nel 1950 conobbe la città attraverso le borgate e le amicizie con intellettuali e scrittori dell’ambiente romano, fino alla sua misteriosa, tragica morte all’Idroscalo di Ostia.

Le domande poste sono state le seguenti: “Chi era Pasolini?” “Secondo te perché era importante?” “Sapresti dirmi tre titoli di suoi film?”  I video sono un contributo utile per farsi un’idea sulla percezione diffusa della figura di Pasolini, soprattutto tra i giovani (target 18-35). Pochi effettivamente sembrano conoscere la sua produzione cinematografica e letteraria, anche se molti ne hanno sentito parlare. La mancanza di programmi scolastici orientati sul cinema potrebbe essere la causa principale di questa conoscenza superficiale.  L’indagine su Pasolini rientra nel più ampio  progetto di ricerca sulla storia sociale del cinemaRomarcord, condotto dall’Università La Sapienza di Roma (si vedano in particolare le interviste e i questionari rivolti alle scuole sulla conoscenza del neorealismo italiano, questo sconosciuto).

Chi era Pasolini? -interviste rione Monti è stato realizzato da: Dora Ciccone, Silvia Di Gregorio, Livia Galteri e Ludovica Riccardi montaggio/editing: Silvia Di Gregorio e Giovanni Nava – DassCinemag Video

Chi era Pasolini? -interviste città universitaria è stato realizzato da: Francesca Cantore, Clara Giannini, Amedeo Nicodemo e Roberta Tocci montaggio/editing: Amedeo Nicodemo – DassCinemag Video

Le interviste non si limiteranno a Roma: vogliamo continuare la nostra indagine anche nella città di Pesaro, durante la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Pasolini ha sempre amato Pesaro definendola “luogo dello spirito” e il Film Festival, che nell’ambiente cinematografico anni 60 si differenziava proponendo rassegne e convegni di critica e ricerca del cinema. Nell’edizione di quest’anno la Mostra del Cinema di Pesaro omaggia Pasolini attraverso vari eventi, dalla tavola rotonda di sabato 27 giugno al Teatro Sperimentale, alle proiezioni dei suoi film più rilevanti (in apertura della mostra Accattone, poi Salò o le 120 giornate di Sodoma, La Ricotta, Uccellacci Uccellini, Porcile, Edipo Re).

Pasolini disegno Davide Toffolo


Evento speciale stasera, venerdì 26 giugno a mezzanotte, con il frontman del Teatro degli Orrori Pier Paolo Capovilla che leggerà, nella corte interna del Palazzo Gradari di Pesaro, brani estratti da La religione del mio tempo. Lo scenario musicale underground italiano ha ripreso più volte Pasolini come modello, sono note le performance artistiche di musica letteratura e disegno nei concerti della band Tre Allegri Ragazzi Morti, con il frontman-disegnatore Davide Toffolo. Gli spettacoli della loro tournée sono stati poi racchiusi in un film-documentario Pasolini (2008) di Pasqualino Suppa.

http://www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2015/06/Pasolini-Pietà-Roma-2015-6-1024x678.jpghttp://www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2015/06/Pasolini-Pietà-Roma-2015-6-150x150.jpgSilvia Di GregorioIntervistePesaro Film Festivaldass cinema consiglia,dass cinema intervista,Pasolini nella cultura contemporanea,PesaroFF51,Pier Paolo Pasolini,ricerca socialeIn occasione del quarantesimo anniversario della morte del regista, poeta e scrittore Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922/Ostia, 2 novembre 1975) abbiamo intervistato alcuni giovani tra i quartieri della Capitale. Roma infatti è stata fondamentale per la vita di Pasolini, che trasferitosi nel 1950 conobbe la città attraverso le...Università degli studi di Roma La Sapienza