A quindici anni di distanza dall’uscita in sala del primo capitolo della saga di Harry Potter, il favoloso mondo nato nella mente di J. K. Rowling torna ad invadere il nostro mondo di babbani (o No-Mag). Ritroviamo creature fantastiche, improbabili eroi, misfits magici sempre pronti a tutelare ad ogni costo il loro prezioso mondo dalle grinfie di avidi cattivi assetati di potere e vendetta.

animali-fantastici-e-dove-trovarli-3

I temi tradizionalmente cari all’autrice (la tolleranza, l’umanità, il coraggio, l’indipendenza, l’individualità e la paura) sono alla base della riuscita alchimia di Animali fantastici e dove trovarli (Fantastic Beasts and Where to Find Them), diretto dal sodale David Yates, già dietro la macchina da presa degli ultimi capitoli della saga di Harry Potter. Ci si presenta, però, un nuovo protagonista: il magizoologo Newt Scamander (Eddie Redmayne)naive mago alla ricerca di creature magiche da salvare in giro per il globo. Alla fine del suo peregrinare alla ricerca del materiale utile per il suo libro, approda a New York City. La metropoli del 1926 è minacciata da una misteriosa ombra che sta seminando la distruzione per le strade mettendo a repentaglio l’incolumità del mondo magico, minacciato dalla setta dei Secondi Salemiani, dei fondamentalisti pronti a sradicarlo, e da alcuni membri del MACUSA (Magico Congresso degli Stati Uniti d’America) tra cui il direttore della Sicurezza Magica Percival Graves (Colin Farrell). In questo complicato clima irrompe Newt con la sua valigia magica piena di animali rari da proteggere, che vengono accidentalmente liberati dal No-Mag Jakob Kowalski (Dan Fogler), seminando il panico per la città. Ad aiutarli nel recuperare le creature e nel proteggere la comunità magica di New York, arrivano le due sorelle streghe Tina e Queenie Goldstein (Katherine Waterston e Alison Sudol): ex- Auror con il fiuto da investigatrice la prima, svampita legilimens la seconda. Ha così inizio una nuova avventura in stile Rowling.

animali-fantastici-e-dove-trovarli-1

Questa nuova incursione nel mondo magico dell’autrice è come un ritorno ai luoghi rassicuranti dell’infanzia per tutti i millennials. La tanto attesa appendice di Harry Potter, dove risentire quei nomi familiari, sogghignare quando vengono citati personaggi ben noti – come Albus Silente – e immaginare, anche solo per un istante cosa accadrà nei prossimi capitoli, ci spinge a chiederci fin dove la fantasia della Rowling (qui è per la prima volta nelle vesti di sceneggiatrice) si spingerà. Il ponte che Yates costruisce tra il mondo magico, che abbiamo conosciuto ormai quindici anni fa, e il nuovo, rutilante, più adulto macrocosmo nel quale si muove il goffo Newt Scamander (più simile a un folletto irlandese che a un Magizoologo), riesce a riesumare con intelligenza qualcosa che forse non avevamo dimenticato, ma che per un po’, sicuramente, avevamo perso di vista. Animali fantastici e dove trovarli si stacca dalla serie madre e non ha precedenti letterari con i quali confrontarsi. Privo di qualunque eredità, raccoglie il testimone e procede orgoglioso sulle proprie  gambe, suggerendo la possibilità della nascita di una nuova saga. Sarà anche questa in grado di segnare un’abbondante porzione dell’esistenza di ognuno di noi?

http://www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2016/11/Animali-Fantastici-e-Dove-Trovarli-2-1024x576.jpghttp://www.dasscinemag.com/wp-content/uploads/2016/11/Animali-Fantastici-e-Dove-Trovarli-2-150x150.jpgLudovica OttavianiRecensioniRecensioni di Film#AnimaliFantastici,Animali Fantastici e Dove Trovarli,dass cinema consiglia,dass cinema recensione,Harry Potter,Recensione,recensione studenti,Warner BrosA quindici anni di distanza dall’uscita in sala del primo capitolo della saga di Harry Potter, il favoloso mondo nato nella mente di J. K. Rowling torna ad invadere il nostro mondo di babbani (o No-Mag). Ritroviamo creature fantastiche, improbabili eroi, misfits magici sempre pronti a tutelare ad ogni costo il loro prezioso...Università degli studi di Roma La Sapienza